Villa Pisani

Villa Pisani

Villa Pisani

Home » News » Villa Pisani

Villa Pisani

Villa Pisani

Villa Pisani VIcenzaAncora per pochi giorni sarà possibile visitare uno dei tesori più belli di Vicenza, Villa Pisani, rivista in chiave contemporanea. A sfidare Palladio, il famoso architetto che progettò la villa, Alan Charlton e Riccardo De Marchi che non solo dovranno esporre delle opere d'arte contemporanea, ma dovranno anche farle vivere attraverso l'utilizzo degli spazi e dei luoghi di una casa ancora abitata. Un'atmosfera che il visitatore respirerà sentendosi un vero ospite di casa.
Charlton si confronta innanzitutto con il "Salone d'onore", dove ha deciso di inserire alcune tele grige collocati e proporzionati in relazione alle tre porte presenti nella parte verso il giardino. Elementi che si incontrano tra loro per creare a loro volta spettacolari atmosfere. Sopra ad ognuno dei due elementi verticali l'artista ha deciso di posizionare due opere a loro volta verticali in due elementi, che duplicano le dimensioni e proporzioni delle porte esistenti. Con le sue opere, Charlton ha voluto creare nuovi spazi paralleli, nuovi mondi a cui si accede, con la fantasia, tramite le porte principali.
La visita prosegue poi nel "Salotto del Procuratore", dove De Marchi ha voluto creare un labirinto per i visitatori, in parte specchiante, che riproduce in scala le volumetrie architettoniche degli spazi di Villa Pisani Bonetti. In questa struttura poetica decorata con la scrittura a buchi tipica dell'artista, l'"ospite di casa" vive la villa nelle sue proporzioni come in una sorta di fiaba senza immagini. Questa "casa nella casa" riflette e duplica l'esperienza della visita e ne guida la rilettura significante.
Proseguendo con la visita, si entra nella "Sala della musica", dove De Marchi ha realizzato un pavimento specchiante interrotto da buchi, che riflette e allo stesso tempo modifica l'ambiente della stanza, creando spettacolari e divertenti immagini con gli affreschi cinquecenteschi del soffitto.

Torna all'indice news
Torna indietro