Le settimane musicali del Teatro Olimpico di Vicenza

Le settimane musicali del Teatro Olimpico di Vicenza

Le settimane musicali del Teatro Olimpico di Vicenza

Home » News » Le settimane musicali del Teatro Olimpico di Vicenza

Le settimane musicali del Teatro Olimpico di Vicenza

Le settimane musicali del Teatro Olimpico di Vicenza


Situato nel cuore di Vicenza, il Teatro Olimpico è il più antico teatro coperto esistente al mondo.
Capolavoro di Andrea Palladio, commissionatogli nel febbraio 1580 dall'Accademia Olimpica (circolo culturale aristocratico), di cui Palladio non riusci a vederne la completa realizzazione a causa dell'improvvisa morte, il 25 Agosto dello stesso anno, momento in cui  si stava lavorando ai muri perimetrali. Venne completato cinque anni più tardi, dall'architetto vicentino Vicenzo Scamozzi, il quale inventò le prospettive e aggiunse l'Odeo e antiodeo: ampie sale affrescate da Francesco Maffei con tutta una serie di affreschi raffiguranti divinità e figure allegoriche. Il 3 Marzo 1585 viene inaugurato con la messinscena dell'Edipo Tiranno di Sofocle, antica tragedia volgarizzata. Lo spazio teatrale, progettato per rappresentazioni e cerimonie,  si ispira a un modello di teatro “all'antica”, sulla scia della riscoperta rinascimentale degli studi di Vitruvio: una cavea semiellittica di tredici gradini al centro conclusa da un esedra sapientemente graduata tra ombre di nicchie e fusti di colonne; davanti alla cavea una scena fronte monumentale fiancheggiata da due ali.
Il teatro l'altro giorno ha aperto la sua stagione musicale l'altro giorno con un grande concerto sinfonico: musiche di Cajkovskij e Dvorák; durante il Festival Vicenza Jazz-New Conversation, in programma martedì 8 Maggio – vede in scena la solista Uri Caine e venerdì 11 Maggio – solista Fabrizio Bosco.
Parte poi la programmazione realizzata in collaborazione con le Settimane Musicali al Teatro Olimpico con due appuntamenti: domenica 20 Maggio, con la successiva replica sabato 9 Giugno; la prima parte del programma prevede un concerto per volino e orchestra in re maggiore, op.35, mentre per la seconda parte la Settima Sinfonia di Antonin Dvorák.


Torna all'indice news
Torna indietro