Itinerario del Gotico

Itinerario del Gotico

Itinerario del Gotico: arte gotico a Vicenza

Home » Itinerari » Itinerario del Gotico

Itinerario del Gotico

gotico a vicenzaUno sviluppo particolare contrassegnato dallo sviluppo della città stessa in ottica urbanistica con la realizzazione di mura fortificate durante la dominazione dei Carraresi (1266-1311) e, successivamente, degli Scaligeri (1311-1387) seguiti, a partire dal 1404, dalla Serensissima Repubblica.
Nella nuova dimensione urbanistica a Vicenza, sorgono capolavori architettonici sia di utilizzo civile e sia religioso.
Nel pieno quattrocento nella zona del Foro romano viene edificato il Palazzo della Ragione sull'eco del Palazzo Ducale di Venezia. Sotto la commissione dei frati Domenicani, Francescani ed Eremitani vennero innalzate una serie di costruzioni in stile pienamente gotico come: Il Tempio di S. Corona ad est, eccezionale interpretazione del Gotico cistercense; la Chiesa di S.Lorenzo, a nord, armoniosa sintesi di romanico e gotico; la Chiesa di S. Michele; a sud, demolita nel 1812.
Nella valle sottostante ai Colli Berici, gli Agostiniani nel 1323, con le sovvenzioni ricevute dagli Scaligeri e dai nobili vicentini, eressero la Badia di S. Agostino.
Appena fuori dalle mura sorse il complesso tardo-gotico di Monte Berico (1428-1467), che tutt'oggi affianca il celebre Santuario. All'interno della suddette Chiese troviamo preziose testimonianze divicenza museo del gotico pittura, scultura e oreficeria gotica: in Santa Corona, fondata dal Beato Bartolomeo da Breganze nel 1260, è presente l'Arca di Marco Thiene, con l'affresco di Michelino da Besozzo (operante tra il 1388 e il 1450) con Madonna con il Bambino, Santi e Offerente, il dipinto Madonna delle Stelle, realizzato, nella parte centrale, da Giovanni da Bologna nella seconda metà del trecento; e ancora il famoso reliquirario della Sacra Spina, contesto di pietre preziose che conserva frammenti della Croce e della Corona di Spine, donati da Re di Francia Luigi IX al Beato Bartolomeo da Breganze, Vescovo di Vicenza tra il 1265 e il 1270.
L'interessante connubio tra pittura e scultura è alla base di altre ideazione gotiche: della Pala in Pietra di Vicenza, di Antonino da Venezia, raffigurante la Madonna con il Bambino tra i Santi Pietro e Paolo, in S. Lorenzo; dello stesso artista un'altra Pala in pietra dipinta e dorata è custodita nella Cattedrale, grande edificio del XV secolo, ricostruito in seguito ai bombardamenti della Seconda Guerra Modiale.
Oltre a ciò numerose sono le tappe che costituiscono l'affermazione del Gotico in Vicenza come ad esempio nella
Chiesa di S.Maria delle Grazie, in cui si può soffermare ed osservare la Madonna con il Bambino, scultura di anonimo attivo a Venezia negli anni trenta del XV secolo.
La medesima eleganza regna sovrana in molti Palazzi gotici, eretti durante il XV secolo, sotto il dominio della Serenissima, che portò ad una netta ripresa economica alla città.
Per riuscire a gestire al meglio il tour del Gotico a Vicenza si consiglia di dividere in due l'itinerario
- uno nella zona sulla destra rispetto a Corso Andrea Palladio, lasciandosi alle spalle Ponte degli Angeli;
- l'altro invece, sulla sinistra.
Partendo dal primo l'itinerario parte dall'Oratorio dei Boccalotti, in Piazza S. Pietro, proseguendo alla volta di Palazzo Regaù spaziando in Via XX Settembre.
Una tappa quasi obbligata nel Tempio di S. Corona, per poi procedere verso Palazzo Dal Toso Franceschini Da Schio, detto Cà d'Oro.
gotico a vicenzaSi prosegue poi verso Contrà Giacomo Zanella, da notare la magnifica edificazione di Palazzo Sesso Zen e da lì si prosegue verso Contrà Porti, dove l'interpretazione del Gotico veneziano raggiunge le più splendide esecuzioni nei Palazzi Porto-Bertolini, Porto-Colleoni e Porto-Breganze.
Risalendo Corso Palladio risalterà il prospetto di Palazzo Braschi-Brunello con i medaglioni scolpiti con profili virili, e Palazzo Thiene.
L'itinerario può essere concluso con la visita della Chiesa di S. Lorenzo nell'omonima piazza.
Il secondo percorso inizia invece da Piazza dei Signori, con la visita della Torre Bissara e del Palazzo della Ragione circondato dalle più tarde Logge palladiane.
Una forte concentrazione di edifici gotici si collocano in zona Barche, partendo dall'Ospedale di S. Valentino, tra vicolo Retrone e Contrà delle Barche.
In Contrà Piancoli si distingue Casa Scroffa Polazzo, e li vicino il panoramico Ponte S.Michele con Palazzo Braga vicino.
Procediamo alla ricerca della leggendaria Casa Pigafetta, nell'omonima via, proseguendo verso Contrà Paolo Lioy, per godere della vista dell'elegante prospetto di Palazzo Garzadori Fattore.
Nella vicina Contrà SS Apostoli notiamo l'interessante facciata di Palazzo Sangiovanni e di Palazzo Squarzi Serini, per concludere l'amena passeggiata con Palazzo Arnaldi Segala in Contrà Pasini.
Nella città vicentina uno splendido tour tra le realizzazioni più significative del Gotico.